MTB Itinerario n°5 Capovalle Monte Manos Coccaveglie Passo Cavallino della fobbia Riosecco Capovalle

Percorso

16,91 Km da percorrere di cui circa 6 di asfalto e il resto su strada sterrata per circa 363 metri totali di dislivello. Un percorso che inizia tranquillo mentre si esce dal paese per imboccare la via alta nei pressi dell’area di picnic di San Rocco per poi subito immergersi nella vegetazione sulla stradina sterrata che si innalza verso il Monte Manos. La strada in oggetto ha connotazione di “Pista forestale” è quindi provvista di sbarra di chiusura ai suoi estremi con diritto di passaggio solo ai pochi che hanno proprietà in loco facendo quindi di questa tratta un percorso molto poco trafficato e di conseguenza ideale per i ciclisti.

Il fondo fino  alla fine della salita si presenta abbastanza sconnesso, duro ma con molte pietre, fondo che mette a dura prova le braccia se si dovesse eseguire questo eprcorso in senso contrario, per tutta la salita si ha uno splendido panorama, ove la vegetazione lo consente, del paese di Capovalle e del Monte Stino, essendo poi tutto il tragitto in ombra e sul versante esposto a nord si gode anche di un bel fresco per tutto il tempo della salita.

Una volta raggiunta la cima, la discesa verso Coccaveglie e il Cavallino della Fobbia si presenta molto meno ostica, la strada infatti è tutta in terra battuta e molto meno accidentata, questo tratto di strada però è aperto a tutti quindi bisogna fare attenzione a non incontrare qualche fuoristrada che provenga in senso opposto lo scambio potrebbe risultare difficile.

Il resto del rientro ossia procedendo verso Riosecco e quindi Capovalle è tutto su strada asfaltata, tutto pianeggiante o quasi fatta eccezzione per l’ultimo tratto in cui la strada sbocca sulla provinciale che sale da Idro, gli ultimi 50 metri di dislivello di salita e si raggiunge il punto di partenza.

Come sempre potete controllare nel dettaglio la mia mappa navigabile appositamente condivisa sul sito di endomondo.com cliccando qua.

Aggiornamento del 28/08/2011

Piccola variante del percorso descritto in precedenza che porta il tracciato a 20,10 Km con escursione in territorio di Treviso Bresciano che porta fino in località Perlonc. A questo link la mappa del percorso eseguito

MTB Itinerario N°4 Capovalle Moerna Persone Messane Armo Turano Persone Moerna Capovalle

Percorso

Altro itinerario che oltrepassa il comune di Capovalle per finire in quello della Valvestino, una variante meno impegnativa dell’itinerario n°2 e alla portata di chiunque abbia un po’ di tempo libero da dedicare tracciato.

28,76 Km partendo da Capovalle per poi ritornarci, purtroppo nella mappa l’itinerario non è completo in quanto il GPS ha dato forfait subito dopo Turano (Batteria KO) è comunque facile completarlo seguendo la strada molto ben visibile nella mappa. Anche l’altimetria ovviamente non è completa ma ci sono il punto più alto e quello più basso che sono la cosa più importante.

Un percorso nel complesso rilassante, 70% asfalto e 30% sterrato che si sviluppa interamente su strada sempre transitabile da automobili quindi con una bassa difficoltà di percorrenza, nel tratto che va da Persone fino ad Armo la strada è a circolazione vietata per le automobili solo i residenti hanno diritto di passaggio, questo fa si che sia un ottimo percorso in cui godersi la natura di cui si è costantemente circondati.

Molto affascinate è la discesa verso Armo dove subito dopo il ponte si costeggia sempre il fiume, e si può godere di una particolare frescura anche in giornate molto calde come quelle di Agosto, molto belle le cascate laterali che in più punti si immetotno nel fiume stesso.

Come al solito potete trovare la mappa interamente navigabile dentro al mio account di endomondo.com cliccando qui

MTB itinerario n°3 Capovalle Piazza di Mandoal e ritorno

Il percorso andata e ritorno

Un percorso decisamente corto adatto anche come defaticamento dopo giri più impegnativi, 8,71 km (andata e ritorno) per poco più di 30 metri di dislivello.

Il percorso si snoda sul versante basso del monte Stino, completamente immerso nella vegetazione su sfondo totalmente sterrato (escludendo i 500 metri iniziali uscendo dal pese), per tutta la durata del tragitto si avrà una splendida visuale (ove la vegetazione lo permetterà naturalmente) del lago d’Idro con in primo piano la bellissima Rocca d’Anfo.

Nonostante la facilità apparente del tragitto questo risulta molto divertente in quanto ha diversi saliscendi, curve che via via si stringono fino a diventare un sentiero e che impegnano comunque il ciclista che si vuole divertire anche se allo stesso tempo con la dovuta calma ci si può godere una trasferta in tutto relax con un ottimo panorama.

Al contrario dei precedenti itinerari, dove mi ero preso la briga di ricostruire il percorso su google maps, questa volta il tracciato è stato preso grazie ad un software di tracking per cellulare endomodno.com e per questo vedete due tracce leggermente diverse per l’andata e per il ritorno, purtroppo essendo il sentiero spesso coperto il satellite a volte si perde, invito comunque chi fosse in possesso di un cellulare compatibile (qui la lista) che fa qualche giro in zona ad usarlo e condividere con noi la propria traccia in modo che sia utile anche ad altri.

Al seguente link troverete la mia mappa navigabile su endomondo.com

MTB itinerario n°2 Capovalle-Moerna-Persone-Cima Rest-Magasa-Turano-Persone-Moerna-Capovalle

Mappa per l'itinerario

Itinerario abbastanza impegnativo sulla distanza (36km) ma nel complesso senza grosse difficoltà di percorso. L’intero itinerario si svolge su strada carrabile per un buon 60% asfaltata e per il restante su terra battuta.

Si parte da Capovalle in direzione Moerna di Valvestino imboccando quindi la strada alta, si giunge poi a Persone di Valvestino e da li si lascia la via provinciale imboccando appena all’uscita del paese sulla sinistra la via per la località “Mesane” da qui si prosegue ancora per qualche km su via asfaltata fino ad arrivare alle prime cascine appunto della località “Mesane”. Da qui la strada cessa di essere asfaltata e si prosegue su terra battuta scendendo lungo la valle e poi risalendo dal lato opposto fino ad arrivare in località “Denai” nel comune di Magasa. A questo punto davanti a noi ci si presenta la visuale panoramica di Cima Rest, imbocchiamo quindi la strada che sale, e’ una strada con pavimentazione in cemento, proseguiamo per poco piu’ di un km fino ad arrivare al primo bivio dove opteremo per la strada bassa e pianeggiante, di nuovo in terra battuta la quale ci porterà alle spalle dei fienili alti di Cima Rest. Dopo un breve tratto di discesa su pavimentazione mista in cemento e in ciotolato ci ritroveremo sulla strada asfaltata a poca distanza dal borgo di Cima Rest. Imbocchiamo la via verso destra e scendiamo incontrando prima magasa e successivamente il bivio per il quale prendendo a destra verremo condotti a Turano di Valvestino, da li parte l’ultima reale salita che ci porta a Persone di Valvestino sulla stessa via che in precedenza avevamo abbandonato per dirigerci in località “Mesane”, ripercorreremo quindi a ritroso fino a ritonare al punto di partenza in quel di Capovalle.

A questo link potete trovare il percorso tracciato su googlemaps

Aggiornamento del 14/08/2011

Ho ripercorso dopo più di un’anno questo giro, da segnalare il progressivo dissestamento del tratto di strada sterrata che da Messane scende fino al ponte dove si incrocia la strada che sale verso Denai, dissestamento dovuto prevalentemente alle pioggie che hano contribuito ad “incanalare” in alcuni tratti la strada e ad apportare materiale sdrucciolevole in altri quindi attenzione…

A questo link potete trovare il percorso registrato dal mio GPS

MTB itinerario n°1 Capovalle-Riosecco-Coccaveglie-Laghetto rosso di Vesta e ritorno

La mappa dell'itinerario proposto

Un itinerario adatto a tutti, 50% asfalto e 50% sterrato con dei buoni dislivelli ma equamente distribuiti lungo tutto il percorso.

Si parte da Capovalle e si imbocca la provinciale in direzione Idro, al primo tornate si esce dalla provinciale per proseguire sulla via comunale in direzione riosecco cavallino della fobbia, in questo tratto totalmente asfaltato si alternano salite di media entità a tratti pianeggianti fatta eccezzione fors eper la salita posta immediatamente prima del santuario che per quanto breve e’ forse la più impegnativa di tutto il percorso. Superato il santuario di riosecco si procede verso il passo cavallino della fobbia dal quale si devierà in direzione coccaveglie imboccando la via che da qua inizia ad essere in terra battuta, da qui si sale percorrendo tre comodi tornanti fino al rifugio di coccaveglie arrivati al quale la strada aumenta seppur di poco la pendenza per portarci fin sopra il rifugio coccaveglie e farci successivamente addentrare nelle distese erbose poste sulle pendici sud del monte manos.Arrivati quassu’ si ridiscende per un breve tratto una volta imvoccati di due tornanti della stradina che portano appunto al laghetto rosso di Vesta al quale si giunge in una quindicina di minuti, da qui si sale e si imbocca la stradina che porta alla malga alta di vesta, all’ultimo tornate si abbandona la stradina per proseguire sulla sx su un sentiero (fin qui era tutta strada carrabile) comunque ampio e senza particolari pericoli dal quali si arriva alla strada percorsa in precedenza prima di prendere il bivio per il laghetto rosso di Vesta. Da qui in poi si ripercorre a ritroso la strada effettuata in precedenza.

A questo link potete trovare il percorso tracciato su googlemaps

Classifiche gara Avis Bagolino Gaver del 14-03-2010

Ecco le classifiche della gara in oggetto, suddivise per le categorie cosi’ come scelte dall’organizzazione…

Domenica 14 Gara sociale Avis

Locandina dell'evento

Domenica 14 Marzo la sezione Avis di Bagolino in collaborazione con il Consorzio Turistico Alta Valle del Caffaro organizza una gara di fondo nella piana del Gaver, noi parteciperemo insieme ad alcuni dei ragazzi che hanno seguito il corso di sci in questi ultimi anni, pertanto nella mattinata di domenica non saremo presenti sullo Stino, la pista sarà in ogni caso battuta e disponibile per chi ne volesse comunque usufruire.

Invitiamo comunque chi volesse farsi una sgambata diversa dal solito a seguire il nostro esempio ed aggregarsi a questo percorso semi agonistico (è una gara sociale in fondo) che si terrà nella piana del Gaver, una volta ogni tanto siamo convinti che un pò di spirito agonistico non possa che fare bene a tutti gli atleti siano essi in erba o, diciamo un po’ più stagionati.

Per informazione più dettagliate contattate i numeri di telefono o via mail i relativi indirizzi presenti sulla locandina.

Weekend agonistico quello appena trascorso…

I manifesti delle due gare a cui abbiamo partecipato

Nel weekend appena trascorso ci siamo cimentati in ben due eventi sportivi di un certo rilievo, il primo, tenutosi sabato pomeriggio nel comprensorio del Maniva, era il Triatlhon degli Amici che constava in una prova a squadre di tre persone di cui un fondista un alpinista e un discesista.

Chiaramente noi essendo esclusivamente fondisti abbiamo partecipato come tali aggregandoci ad amici più esperti nelle altre specialità.

Il risultato è stato del tutto di rilievo con atleti piazzati al 4°, 8°,11° e 16° posto, potete visionare qui la classifica completa.

Domenica invece due dei nostri atleti, che peraltro risultano essere evergreen di questa manifestazione (ossia hanno partecipato a tutte le edizioni) si sono cimentati nella Campolonga di Rotzo, disputata sugli altipiani di Asiago, anche qui si sono fatti onore come sempre anche solo per il fatto di esserci anche questa volta, per chi volesse curiosare qui il sito ufficiale.

Anche il 2010 e’ andato…

Foto di gruppo

Anche quest’anno abbiamo concluso il “circuito” del corso scolastico per il plesso di Capovalle, bellissima giornata soleggiata molto calda, (fin troppo direi) ma con una neve a dir poco spettacolare che dopo il “caldone”  del pomeriggiodi venerdì nella notte ha raggiunto la temperatura ottimale di raffreddamento consentendo addirittura nella mattinata di oggi di poter sciare tranquillamente fuoripista.

Come al solito i nostri atleti si sono dimostrati molto attivi sia sul giro sia nei seguenti fuori pista dove abbiamo cercato di far capire il funzionamento di spazzaneve e derapata….

A fine giornata la consegna degli “attestati di impegno”, ampiamente meritati anche quest’anno…

Come al solito qualche immagine nella gallery

2010 ultima giornata di corso!

I più giovani

Il meteo oggi e’ stato clemente, ci ha lasciato addirittura un pomeriggio di tregua, per domani le previsioni sono in ogni caso piu’ che buone, la temperatura continua a manteresi un po’ elevata ma l’ottima base che si e’ consolidata nei giorni passati ci permette comunque di sciare su una pista più che soddisfacente!.

Confidiamo che le temperature nella notte si abbassino a sufficienza in modo da avere per domani la pista al meglio per noi, i nostri atleti in erba e chiunque volesse farsi una sciata nella splendida cornice dello Stino che sarà ancora più bella se splenderà il sole.